organizzazione e processi

Le metafore che ascoltiamo oggi per affermare l’organization design fanno riferimento non solo all’ingegneria e all’architettura, ma anche agli studi linguistici, accomunando la teoria organizzativa alla grammatica. La metafora grammaticale induce a riflettere sulle infinite possibilità combinatorie legate alle diverse culture in cui le lingue, come gli attori organizzativi, sono radicate. Nel funzionamento organizzativo assumono sempre più rilevanza le dimensioni soft e latenti. Sempre più di frequente sentiamo emergere dal Processomanagement il bisogno di arricchire di contenuti di eccellenza tutti i processi di produzione e di erogazione di servizi, siano essi interni che diretti al mercato. Lo studio dei processi è un utile modo per scovare la natura non produttiva di strutture produttive, e rappresenta un percorso logico/metodologico che può essere di notevole supporto nelle scelte di riallocazione ed efficientamento delle scarse risorse disponibili. Il paradigma fondamentale dell'approccio sta nel creare le condizioni per il miglioramento accrescendo tra gli operatori di processo la capacità di auto­regolazione, affinchè siano in grado di fare fronte sia alla gestione di "varianze" ed eventi non previsti, che alla gestione del disservizio.
Si tratta di affiancare a procedure organizzative o tecnologie, modalità, meccanismi o protocolli capaci di far emergere e regolare comportamenti atti alla cooperazione interfunzionale. La tecnologia riscopre la propria funzione di supporto all'agire umano, e contributo al miglioramento della comunicazione e della cooperazione interfunzionale.
In altri termini, un paradigma d'intervento capace di produrre cambiamenti organizzativi permanenti e sempre appropriati rispetto al sistema degli obiettivi, ove strutture, tecnologie e risorse umane, convivano in un nuovo equilibrio.

Paradox theory nuova frontiera dell’organizzazione. Convivere con le contraddizioni, non risolverle
Dallo smart working all’agile working
Come disegnare un’organizzazione che favorisca la produzione di innovazioni
Trasformazione digitale e data analytics
Sarà possibile combinare produttività e lavoro agile?
Lo sviluppo tentennante dei robo advisor può suggerirci come gestire con successo l’e-business?
La fiducia dei consumatori si conquista con i trust services
Il cliente come innovatore
Proposal management: il ciclo di produzione delle offerte tecniche
Integratori energizzanti per le aziende
Transazioni garantite: e-voting, smartcontract
La trasversalità del sapere organizzativo
Il Fraud Management per intercettare i comportamenti fraudolenti
Caro Promotore, il tuo sostituto è un robot
Il riconoscimento tramite webcam
Nella testa delle persone
Il mestiere del designer di servizi digitali
Robo advisoring
Paperless revolution
Siate smart. Datevi del noi
La valutazione delle prestazioni sanitarie regionali
Riorganizzazione dei servizi di supporto nel gruppo Energent
Risk management in Sara Assicurazioni
Dalla riforma alla gestione del cambiamento al Ministero dell'istruzione
Gestione telematica e organizzazione nelle Camere di Commercio

Site Meter